Welcome to Evently

Lorem ipsum proin gravida nibh vel veali quetean sollic lorem quis bibendum nibh vel velit.

Evently

Stay Connected & Follow us

Simply enter your keyword and we will help you find what you need.

What are you looking for?

Good things happen when you narrow your focus
Welcome to Conference

Write us on info@evently.com

Follow Us

  /  Mar gh’era di G. Boato e Positioning – Short Program

Un film documentario e una videoproiezione di performance - Free @Piazzetta Cesare Battisti

Mar gh’era di G. Boato e Positioning – Short Program

Mar gh’era – film documentario

100 artisti indipendenti insieme per il Centenario di Porto Marghera
Mar gh’era è un dono e insieme una testimonianza che gli artisti residenti dedicano alla città in occasione del suo centenario.
E’ un progetto indipendente, che nasce e vive grazie agli artisti che l’hanno voluto e creato e che liberamente e gratuitamente vi impegneranno i propri corpi, le proprie voci e la propria arte.
E’ un tributo alla storia e alla memoria di un territorio, costellata del vissuto e del coraggio di più generazioni, con lo sguardo teso verso il futuro.

Regia e montaggio di Giulio Boato

Musiche originali di Lorenzo Danesin

una produzione INDACO con il sostegno di Comitato Nazionale per il Centenario di Porto Marghera, 2B Srl, Iveser – Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, Ecoistituto del Veneto Alex Langer

 

 

Positioning  – Dance&Movement on screen

POSITIONING è un processo dinamico che prevede il posizionamento di un oggetto o di un soggetto nello spazio e la desinenza ‘ -ing’ attribuisce un concetto di transizione a questa azione.

 

Tenendo in considerazione POSITIONING come un processo tra il movimento e l’immobilità, ci domandiamo: che cosa possono offrire la danza e la videocamera alla comprensione e alla consapevolezza del posizionamento come fenomeno sociopolitico? Che impatto ha la tensione tra il movimento e il posizionamento/POSITIONING di una videocamera sulla rappresentazione visiva della soggettività? Con l’aspirazione di riuscire a portare consapevolezza sociale, POSITIONING accoglie lavori che usano la mobilità della videocamera e del corpo per portarci in zone di conflitto o in aeree che richiedono attenzione.